Consiglio Pastorale


In breve le decisioni del Consiglio Pastorale del 24 aprile 2021


Il 24 aprile si è tenuta la consueta riunione del consiglio pastorale, sempre da remoto.
I temi affrontati sono stati essenzialmente due: l’omelia domenicale, l’organizzazione della festa di comunità, seguiti da varie ed eventuali.
Don Emanuele ha aperto la seduta presentando l’esigenza di trovare un momento nel quale la comunità si possa approcciare alle omelie festive, perché è lì che la Parola di Dio si attualizza.
Nasce la proposta di incontrarsi, come comunità, per riprendere i testi della domenica, leggerli insieme, anche coralmente, per trarne un messaggio ponendoli in un contesto più familiare.
L’omelia non è una lectio, ma per molti resta l’unico momento di ascolto della Parola e sarebbe bello poter approfondire e dedicargli uno spazio proprio.
Tra le varie proposte emerge il desiderio di fare incontri che raggiungano il maggior numero di parrocchiani, un momento strutturato e non troppo dispersivo in cui si procede prima con un’analisi delle letture e si conclude con un momento di riflessione condivisa.
Per non far si che diventi un impegno si proponeva un incontro ogni due settimane o incontri ai momenti “forti” dell’anno liturgico, ad esempio l’avvento o la quaresima.
Essendo la comunità però molto variegata e quindi con esigenze diverse, si considerava di mantenere più momenti in tempi diversi, a seconda delle disponibilità, magari suddividersi per fasce d’età restando sul filone di un percorso continuato condiviso.
Don Emanuele ha sostenuto l’iniziativa di scegliere due momenti distinti e ad orari differenti, specificando l’importanza di un metodo e di tempi “blindati”: ascoltarsi è bello ma faticoso.
Ribadisce la difficoltà nel mantenere la continuità negli incontri e propone al consiglio di ponderare quanto detto per avere una proposta definitiva al termine dell’estate.

Si passa poi alla domenica di comunità: la festa di chiusura dell’anno e di inizio dell’estate, un momento per tirare le fila e di rilancio per il tempo che verrà. Come celebrarla?
Trattandosi della domenica di Pentecoste, del grande fuoco, si auspica a un momento di convivialità che possa coinvolgere tutti e soprattutto i ragazzi.
Si vaglia la possibilità di celebrare la Santa Messa all’aperto, un segno di ripartenza dopo un anno così colmo di difficoltà, e di un pranzo comunitario per famiglie, nel rispetto delle norme sanitarie. Proprio per incoraggiare la ripartenza anche tra i più giovani vengono proposte attività ludiche organizzate nel pomeriggio, come assaggio del feriale.
Viene sottolineato il tema della cura e della prossimità per cui la comunità va ringraziata: il tema della Pentecoste, sottolinea Don Emanuele, è dove comunione ci dona la fraternità.

Tra le varie ed eventuali si fa riferimento al mese di maggio, mese dedicato a Maria.
Viene chiesto che ogni venerdì sera si pensi a un momento per il rosario che sia semplice ma meditato.
Questo sarà anche mese di comunioni:

domenica 9, 16 e 30 maggio alle ore 16.00.

Sabato 22 maggio viene ricordato l’appuntamento della veglia cittadina di Pentecoste, a carattere ecumenico.

Il consiglio si aggiorna il 5 giugno.




icona-calendario

Prossimi Eventi

DOM 26
26 Settembre 2021 15:30 - 18:00
error: Content is protected !!